ATTORNO AL CUORE, UNA QUESTIONE DI UMANITA'

Corpi Urbani, Genova - Italia2011

Progetto coreografico site-specific con il coreografo Cristiano Fabbri che propone, per la compagnia KoinéGenova, un lavoro per immagini "quotidiane" sulla coppia e le difficoltà del tempo contemporaneo.

Una riflessione sul sentimento dell'unione, della coppia, in questo tempo: un presente dove si riflettono tutte le contraddizioni e la follia di una volontà scellerata che ha portato al tracollo ogni sistema biologico. Attorno al cuore della notizia e dentro, nella vertigine di essere perduti, senza direzione, in un fremito continuo di segni, ma sempre cercando una comprensione. Ecco la coppia, per ancorarsi alla terra e non volare via come un vecchio foglio di giornale; la coppia come base per la generazione di un futuro possibile. Attorno al cuore: ritmo di parata militare, corteo, volto sfigurato, braccio teso, scudo, croce, mascherata; uomini e donne che si battono ancora, per cercare di essere, vivere senza etichette di controllo, per tentare di realizzare una vita che resta ancora barbara, feroce e misteriosa; una vita in cui nessuno è sovrano se non si sé stesso, del proprio cuore. Il cuore, spazio aperto per qualcuno o qualcosa; la forma-questione attorno alla quale costruiamo un pensiero che ci permette di procedere e continuare a immaginare noi stessi: l'umanità. Potendo osservare, senza che l'impeto del tempo percorso ci domini, in silenzio, senza voler spiegare, potremmo provare a vivere guardando l'uomo che ri-nasce di fronte a noi. Ma lo spazio attorno, quello, lo dobbiamo liberare e preparare il corpo per un nuovo amore - il discorso deve continuare.

Cristiano Fabbri